Investment-Companies

Calcolare sempre circa un 9/10% in più sul prezzo di acquisto che va a coprire le varie spese rappresentate da:
tassa di acquisto: se l’immobile e’ nuovo la tassa e’ del 5%, se non lo e’ la tassa e’ del 6,5%. (si calcola sul valore dell’immobile)
marca bollo: solo su immobili nuovi pari allo 0,75% del valore
notaio: il costo varia da 500 a 1.000 Euro
registro proprietà: dai 250 ai 550 Euro
spese di agenzia : 1.000/1.500 Euro ( gestione, volture,ecc…)

Tutti questi costi vanno pagati all’atto dell’acquisto.


Una volta comprato l’immobile dovrete pagare:
acqua (Canaragua),
elettricità (Endesa),
bombole (DISA, in quanto il gas metano non esiste)
rifiuti (in gestione del Comune)
IBI, equivalente all’italiana IMU (all’incirca 0,45% sul valore catastale)
spese condominiali
Il tutto verra’ domiciliato sul proprio conto corrente spagnolo.


I non residenti devono pagare una tassa annuale sulla casa, tramite denuncia redditi e che è poco più dell’1% del valore catastale, se invece il valore catastale non è stato aggiornato dal 1994, la tassa sale al 2%.


I documenti che servono per l’acquisto sono:
NIE,
Passaporto o Carta d’identità’
Conto corrente bancario aperto presso banca spagnola
Il pagamento dovrà essere effettuato con assegno circolare intestato al venditore.
Gli importi che trasferite dall’Italia per il pagamento dell’immobile vanno poi dichiarati in Italia nel modello Unico, quadro RW.

Verificare:

il documento in assoluto più importante è la Nota Simple, che si richiede per pochi soldi (meno di 5 euro) al registro del catasto (Registro de la Propiedad), presente in ogni centro urbano principale.

In pratica si va al catasto con il Numero di Registro dell’Immobile, che ci viene comunicato dal proprietario o dall’agenzia immobiliare, e si ottiene la Nota Simple. In questa carta viene descritto l’immobile, viene specificato se è libero da ipoteche e da costi e riporta anche il nominativo del reale proprietario. Capirete che questo documento è essenziale per evitare fregature, perché ci permette di avere tutti i dettagli sull’immobile ed accertarci che chi lo vende sia il vero proprietario.

Anche se decidiamo di acquistare casa affidandoci ad un’agenzia, bisogna sempre richiedere una copia di questo documento, perché le persone disoneste ci sono anche alle Canarie, e non tutte le agenzie immobiliari sono serie come vorrebbero far credere.

Controllate sempre la data di rilascio della Nota Simple e se è “vecchia” chiedetene una aggiornata.

Siccome tipicamente, alle Canarie, la situazione dei catasti è disastrata, molte volte le informazioni presenti al catasto non corrispondono alla realtà; metrature sbagliate, indirizzi diversi e chi più ne ha più ne metta, per questo motivo è fondamentale sempre prendere visione dell’immobile e verificare tutte le informazioni prima di decidersi a comprare. Anche se il proprietario o l’agenzia immobiliare ci mostrano la Nota Simple in loro possesso, è meglio richiederne una nuova, perché la situazione immobiliare di un appartamento o una villa può cambiare nel giro di pochi mesi.

Altro aspetto importantissimo è l’obbligo di stipulare un contratto per la fornitura di energia elettrica e acqua; in questo caso, se ci sono bollette non pagate, dovremo accollarci noi la spesa, quindi è bene accertarsi dell’esistenza di pendenze economica, ancor prima di stipulare il contratto d’acquisto. Per avere queste informazioni non serve quindi essere possessore della casa; con i dati presenti sulla Nota Simple si va al consorzio dell’acqua e all’ufficio dell’elettricità, si comunicano i dati relativi alla casa, e si ottengono queste (ed altre) informazioni.

Spese Comunidad , non è raro che le spese condominiali siano in arretrato alle volte anche di anni. Rintracciate l’amministrare dello stabile, chiedetegli le informazioni sulla proprietà e fatevi rilasciare un documento con segnate chiaramente le pendenze o la mancanza di queste.

Se la casa la vende la banca, è la banca che deve saldare i debiti.

che non ci siano inquilini.
Nel caso in cui la proprietà sia affittata, l’acquirente deve considerare, che nonostante il cambio del proprietario, il contratto d’affitto sarà valido fino alla sua scadenza naturale, nel caso in cui venga registrato nel registro della proprietà con data anteriore alla compravendita.

Debiti con il comune
Questo si può verificare nel Registro della Proprietà o nel Municipio

Esistenza della licenza di costruzione.
Nel caso in cui si tratti di appartamenti di recente costruzione, controllare che esista una precedente licenza di costruzione ricevuta dal proprio comune, che certifichi che la costruzione è legale.

Cedola di abitabilità e licenza di prima occupazione. La cedola di abitabilità e la licenza di prima occupazione, sono documenti amministrativi che accreditano, rispettivamente, che l’immobile ha tutti i requisiti richiesti dalla legge per essere dichiarato abitabile

Certificato di efficienza energetica.
Dall’entrata in vigore del decreto legge 235/2013, del 5 aprile, la casa che si vuole vendere, così come si tratti di nuova costruzione o di seconda mano,dovrà avere questo certificato.

Parlare con i vicini per conoscere quanto hanno pagato l’appartamento (e quando, ovviamente!), per sapere le reali spese condominiali, per informarsi se ci sono spese o lavori che andranno affrontati a breve (verniciatura dell’immobile, rifacimento del tetto o degli impianti, installazione di contatori, etc..) e se esistono problemi irrisolti o rapporti difficili con il vicinato. Tutto questo ci darà un ulteriore indicazione su come stiamo per spendere i nostri soldi.

Prezzi delle case alle Canarie

Esiste un utile servizio per monitorare l’andamento dei prezzi degli immobili alle Canarie, offerto dal sito Kyero.com. Nel riquadro sottostante abbiamo il quadro completo dell’evoluzione dei prezzi degli immobili dal 2005 ad oggi, i dati vengono aggiornati di quadrimestre in quadrimestre.

E’ semplice notare come il valore delle case abbia toccato il minimo nel 2009, informazione interessante qualora si intenda monitorare la ciclicità del mercato immobiliare alla Isole Canarie; chi intendesse trasferirsi e vivere alle Canarie, e per questo comperare un appartamento o una villa dovrebbe tenere presente che l’ultimo quadrimestre dell’anno segna quasi sempre il minimo dei prezzi per l’anno stesso.

Comprare alle Canarie in modo sicuro

Non ho timore nel dire che la maggior parte delle persone che si spacciano per “contatto in loco” e offrono servizi a pagamento per aiutarci nel nostro iter volto a trasferirsi e vivere alle Canarie, sono degli approfittatori, che fanno leva sulla nostra inesperienza e sui nostri sogni, cercando di spillarci più soldi possibile. La rete è disseminata di testimonianze di persone letteralmente truffate da loschi figuri che si improvvisano esperti, per questo motivo, quando si compra casa all’estero, è sempre meglio affidarsi ad un’agenzia immobiliare seria, che opera da anni nel settore, della quale siamo certi di poterci fidare.

Allo stesso modo sono molte le agenzie immobiliari poco serie, per cui, acquistare tramite un’agenzia che ha delle referenze, credo sia la scelta migliore.

Share Button

Lascia un commento