Scuole statali

Gradi, iscrizioni e orari scolastici in Spagna

Anche se la scuola statale ha un termine “pubblico” in Spagna, il termine “statale” è utilizzato a dispetto di “pubblico” per evitare di far confusione tra i due termini, poichè nel UK, il termine “public schools” è riservato alle scuole private.Il sistema scolastico in Spagna si differenzia nettamente da altri sistemi, come ad esempio Uk o USA, con particolare riferimento all’ istruzione secondaria.

Le scuole della Spagna sono state sottoposte a profondi cambiamenti negli ultimi anni ed ora sembrano essere alla pari con il resto dell’ Europa. L’ istruzione pubblica è in definitiva responsabile del Ministero dell’ Istruzione e della Scienza (Ministerio de Educación y Ciencia), anche se le 17 regioni autonome hanno ora la loro propria responsabilità per il loro sistema di istruzione (compresa l’istruzione superiore).

L’ istruzione pubblica è gratuita, ma, di solito, i genitori devono pagare i libri scolastici, anche se in molte regioni sono forniti gratuitamente (Andalusia, Aragona, Cantabria, Castilla La Mancha, Catalogna, Galizia e La Rioja); in alcuni casi, molti consigli comunali devono sovvenzionare, parzialmente o completamente, gli acquisti di materiale scolastico e attività extrascolastiche come sport, arti e mestieri. Gli alunni di solito vanno nelle scuole materne ed elementari del villaggio, anche se frequentare la scuola secondaria può comportare lunghi viaggi (gli autobus di solito sono in dotazione).

Livelli scolastici in Spagna

La maggior parte dei bambini spagnoli inizia con la scuola materna o il prescuola (preescolar) intorno all’ età di tre o quattro anni (in molte regioni sono 3 anni). La scuola dell’obbligo (escolaridad obligatoria), chiamata “istruzione di base generale” (Educación Generale Básica / EGB), inizia a sei anni di età in una scuola elementare (Scuola Primaria) e dura per sei anni. All’ età di 12 (equivalente all’ ottavo anno nel Regno Unito e sesto grado negli Stati Uniti), gli alunni passano alla scuola secondaria (educación secundaria obligatoria / ESO) per i prossimi quattro anni.

Quando hanno 16 anni, e se hanno completato i quattro anni, agli studenti viene rilasciato un certificato chiamato “graduado en educación secundaria” e con esso possono frequentare una scuola secondaria superiore (o la stessa scuola, in alcuni casi) per studiare per la maturità che è la porta d’ ingresso per l’ università . Agli alunni che non hanno completato con successo i quattro anni di istruzione secondaria viene rilasciato un diploma di scuola “certificado de escolaridad”. A 16 anni, gli studenti possono frequentare una scuola professionale “Formación profesional” ricevendo così una formazione specializzata per una carriera specifica.

Una critica generale atta da molti stranieri alle scuole statali spagnole è la mancanza di attività extrascolastiche, come sport, musica, teatro, arti e mestieri. Le scuole statali non hanno club o associazioni sportive nelle scuole e se i bambini vogliono fare sport di squadra di solito devono farlo in un’ associazione locale.Tuttavia, lo sport e altre attività spesso vengono organizzate attraverso i genitori e associazioni sportive. Le spese sono irrisorie e le attività si svolgono normalmente direttamente dopo la scuola.

Mandare i figli in una scuola pubblica spagnola

Frequentare una scuola statale aiuta i bambini ad integrarsi nella comunità locale e ad imparare la lingua locale, e ciò è altamente raccomandabile se hai intenzione di rimanere in Spagna per un tempo indeterminato. Anche se non può succedere inizialmente, molti bambini stranieri scelgono di frequentare una scuola spagnola e diventare parte della comunità locale.

Si noti che mentre è abbastanza facile passare da una scuola pubblica ad una scuola privata, non è vero il contrario. Se è necessario spostare un bambino da una scuola privata ad una scuola statale (per esempio per motivi finanziari), per un bambino può essere difficile adattarsi, in particolare per un adolescente. Dopo aver scelto di mandare un bambino in una scuola statale, è necessario attenersi a ciò per almeno un anno per dargli il tempo di adattarsi completamente a un nuovo linguaggio, al cambiamento di ambiente e del curriculum. Se si sceglie di mandare il proprio bambino in una scuola spagnola si dovrebbe imparare a parlare lo spagnolo abbastanza bene per comunicare con i suoi insegnanti (alcuni insegnanti di spagnolo parlano inglese).

In Spagna ci sono anche scuole statali speciali per gli alunni con bisogni educativi speciali, ad esempio, bambini con difficoltà di apprendimento a causa di problemi psicologici, emotivi o comportamentali e gli studenti più lenti. Tuttavia, agli alunni vengono impartite unità di educazione in scuole speciali solo quando i loro bisogni non possono essere soddisfatti in una scuola tradizionale.

In Spagna, i bambini devono frequentare una scuola statale (primaria o secondaria) entro una certa distanza della propria casa, quindi se avete una preferenza per una scuola particolare, è importante comprare o affittare una casa nelle vicinanze di quella scuola. I municipi e gli uffici provinciali del Ministero di Istruzione sono in grado di fornire un elenco delle scuole locali a tutti i livelli.

In alcune zone rurali, c’è poca o nessuna scelta delle scuole, mentre a Madrid e in altre città, di solito, ci sono un certo numero di possibilità. Naturalmente, le scuole che godono di migliore reputazione e che possiedono i risultati migliori sono le più gettonate, per questo risulta più difficile ottenere l’ accettazione per l’ ammissione. È necessario pianificare con largo anticipo, soprattutto se desidera che il proprio bambino venga accettato in una scuola superiore.

Iscrizione

Le scuole di Stato hanno un contingente annuo per gli alunni e i posti sono assegnati secondo il detto “chi primo arriva meglio alloggia”. Il periodo di iscrizione dura per due mesi all’inizio dell’ anno ad esempio Febbraio-Marzo o Aprile-Maggio, anche se varia da regione a regione. Ogni singola scuola fornirà le date esatte. Il processo di iscrizione dipende dall’ età del bambino, ma può richiedere un colloquio e, in rari casi, un esame. Per iscrivere un bambino in una scuola pubblica spagnola è necessario fornire i seguenti documenti:

  • Il certificato di nascita o passaporto (originale e fotocopia) di vostro figlio, con una traduzione ufficiale in spagnolo (se necessario) e passaporti dei genitori (originali e fotocopie)
  • Prova di vaccinazione
  • La prova di residenza dal municipio (Empadronamiento)
  • La prova di verifica (in caso si veda sotto)
  • Due fotografie formato tessera (per la carta d’ identità dello studente e i documenti scolastici).

Verifica

Se il bambino sta per iniziare una scuola spagnola secondaria al terzo anno di ESO (circa 14 anni) è necessario presentare la prova che il documento di istruzione del proprio bambino sia stato verificato dal Ministero Spagnolo della Pubblica Istruzione. Il processo è noto come “homologación o convalidación”.

È necessario completare il modulo ufficiale, fornito dal Ministero, che è disponibile presso consolati e ambasciate spagnole all’ estero, dai dipartimenti regionali di istruzione o direttamente dal Ministerio de Educación y Ciencia, C / Alcalá 36, 28071 Madrid (902-218 500, www.educacion.gob.es). Il modulo è scaricabile dal sito nella sezione relativa a “Títulos Oficiales e Homologación” (il modulo è denominato “oficial modelo”). Si dovrebbe anche presentare libretto scolastico e / o qualifiche esame del proprio figlio più il suo certificato di nascita.

Se possibile, questo processo dovrebbe essere completato prima di arrivare in Spagna, dato che un bambino non può essere accettato in una scuola fino a quando i documenti di servizio (conferma di verifica) non siano stati ricevuti e timbrati dal Ministero Spagnolo della Pubblica Istruzione. Il processo richiede circa tre mesi, anche se si mostra una prova di conferma di verifica dei documenti dal Ministero, il vostro bambino non dovrebbe avere problemi nell’ essere accettato.

Ore di scuola in Spagna

Le ore di scuola variano da scuola a scuola, ma di solito sono dalle 9 alle 16:00, con un’ ora di pausa pranzo, anche se un numero crescente di scuole non ha pausa pranzo e finisce le lezioni alle 14:00. Le lezioni sono generalmente divise in tempi di 45 minuti. Alcune scuole offrono le mense, anche se molti bambini portano il pranzo al sacco o ritornano a casa per il pranzo se vivono nelle vicinanze.

La maggior parte delle scuole fornisce un servizio di autobus sovvenzionati o gratuiti per portare i bambini da e verso le loro case nelle regioni periferiche. Alcune scuole anticipano l’ orario di apertura (ad esempio alle 8) e forniscono attività dopo la scuola fino alle 17:00 o alle 18:00, nel tentativo di rendere i servizi per l’ infanzia più facili per i genitori che lavorano.

Scuola elementare

La scuola dell’ obbligo (escolaridad obligatoria), detta anche ‘istruzione di base generale’ (Educación general Básica / EGB), inizia all’età di sei anni in una scuola elementare (Escuela Primaria) e dura sei anni. La scuola primaria è suddivisa in tre cicli: primo ciclo (primer ciclo) da 1 a 2 anni, secondo ciclo (segundo ciclo), da 3 a 4 anni e terzo ciclo (Tercer ciclo), da 5 a 6 anni.

Il programma di primaria comprende le scienze naturali e sociali (Conocimiento del Medio), lo spagnolo (Lengua) e un linguaggio autonomo (se applicabile), letteratura, matematica, arti (dibujo y plástica), educazione fisica e una lingua straniera (di solito inglese o francese), che è obbligatoria dal secondo ciclo, anche se ora molte scuole statali offrono lezioni di inglese a partire dall’ età di sei anni.

La religione cattolica è facoltativa e quando il bambino inizia la scuola viene chiesto ai genitori se si vuole che il proprio bambino frequenti le lezioni religiose. Le alternative possono includere extra, come lettura, etica o studi di teatro. Sotto la nuova riforma dell’istruzione (LOE), tutti gli alunni avranno il tempo di leggere ogni giorno e gli alunni del terzo ciclo (anni 5 e 6) studieranno anche una nuova materia, ovvero l’ Educazione per i cittadini (Educación para la Ciudadanía) che copre i valori morali e sociali come la parità tra i sessi e la cura dell’ ambiente.

Nella maggior parte delle scuole, gli alunni hanno tre valutazioni (evaluaciones) ogni anno. Se un bambino non riesce a raggiungere il necessario standard in un ciclo particolare, può rischiare di ripetere l’anno, a meno che non dimostri un notevole miglioramento in autunno (durante le vacanze estive, per aiutare gli allievi a recuperare, molte scuole private e statali offrono classi di recupero).

Il parere degli insegnanti, dei tutor, degli ispettori e del team psicologico e pedagogico del settore vengono presi in considerazione nel momento in cui si decide se un alunno deve ripetere l’anno oppure no. Gli alunni non sono tenuti a ripetere più di un anno durante la loro istruzione primaria.

Scuola Secondaria

L’ Istruzione secondaria obbligatoria (enseñanza secundaria obligatoria / ESO) è stata creata nel 1990 per gli alunni dai 12 ai 16 anni e completa l’ istruzione obbligatoria. Esso fornisce agli alunni una formazione più specializzata della loro formazione e li prepara per la maturità (vedi sotto) o per la formazione professionale. I quattro anni della scuola secondaria obbligatoria sono divisi in due, due anni di cicli, il curriculum contiene materie obbligatorie e facoltative. Le materie obbligatorie durante i primi tre anni includono un curriculum comune di sei materie (sette nelle regioni con linguaggio autonomo).

Le materie obbligatorie sono le scienze naturali, la lingua e letteratura spagnola, la geografia e la storia, la matematica, l’ educazione fisica e una lingua straniera. Gli studenti possono scegliere i restanti due soggetti da educazione morale e sociale (Educación para la Ciudadanía), arte, musica, informatica e una seconda lingua straniera.

Nel quarto anno, sei materie (lingua e letteratura spagnola, matematica, scienze sociali, una lingua straniera, educazione fisica, etica e educazione civica) sono obbligatorie e gli studenti devono scegliere tre delle seguenti materie: biologia e geologia, belle arti e visive, fisica e chimica, informatica, latino, musica, una seconda lingua straniera e tecnologia. Gli studenti nelle regioni con un linguaggio autonomo devono anche studiare la lingua e la letteratura regionale. La religione cattolica è una materia opzionale in tutti e quattro gli anni.

Come per l’ istruzione primaria, a un alunno può essere richiesto di ripetere un anno se non ha superato gli esami finali (gli alunni che vengono bocciati in tre o più materie, alla fine degli esami devono ripetere l’ anno) oppure lo ripetono in autunno (gli alunni non sono tenuti a ripetere più di due anni di istruzione secondaria). La LOE aiuta piccoli gruppi di alunni che lottano per non perdere l’ anno accademico; tutti gli alunni attualmente studiano gli stessi argomenti.

Agli alunni che hanno raggiunto gli standard fissati viene rilasciato un certificato di “diploma di scuola secondaria’ (graduado en educación secundaria) che consente loro di studiare per il diploma di maturità o di sottoporsi a una formazione professionale specializzata (vedi sotto). Questo certificato è un requisito fondamentale per la maggior parte dei lavori in Spagna.Tutti gli alunni, anche quelli che non abbiano raggiunto gli obiettivi del corso, riceveranno un documento attestante gli anni scolastici completi, i voti ottenuti in ogni materia, e i consigli sul loro futuro accademico e professionale.

Sotto la LOE, gli alunni tra i 16 e i 21 anni che hanno ripetuto due anni di studio ESO e che non sono riusciti a passare un altro anno sono ammissibili per il Programma di qualificazione professionale (Programa de Cualificación Profesional), il cui scopo è quello di fornire a questi alunni l’ ulteriore opportunità di ottenere il “certificato di diploma della scuola secondaria’ o altre qualifiche professionali per consentire loro di ottenere un lavoro.

Fonte: https://www.justlanded.com/italiano/Spagna/Guida-Spagna/Istruzione/Scuole-statali

Share Button