Okupas, come evitare l’occupazione, come intervenire


Okupas, come evitare l’occupazione, come intervenire

Il tempismo è tutto è necessario intervenire entro 48 ore significa considerare il delitto una effrazione questo permette alla polizia il rapido intervento e sgombero dell’abitazione, superato questo lasso di tempo il reato è considerato occupazione, gli agenti redigeranno il verbale con tutte le prove e la documentazione raccolta e la pratica passerà al giudice con tempi e costi relativi.

Ora la domanda spontanea è:

Se mi hanno occupato la casa è perché io non ero presente come posso dare l’allarme con la necessaria tempestività?

Qui l’importanza di avere un allarme che comunichi l’effrazione in tempo reale, ci fornisca documentazione video o fotografica dell’intrusione così da poter allertare le forze dell’ordine documentando l’accaduto

L’Allarme quando viene rilevata la presenza , emetterà un allarme acustico. Verranno attivate le telecamere / macchine fotografiche per registrare le immagini. Questi serviranno come prova affidabile del fatto che sono entrati con la forza.

L’avviso modifica già lo scenario giuridico, poiché l’infrazione viene trattata come violazione di domicilio anziché come occupazione e permette alle forze di sicurezza statali di cacciare l’intruso e presentare la relativa denuncia.

Come vedi, se non hai l’allarme e sei lontano, corri il rischio di dover ricorrere in tribunale, con i ritardi e i costi che ciò comporta, oltre alla difficoltà di dover raccogliere tu stesso le prove che si è trattato di un’effrazione.

In definitiva, avere un allarme ha i seguenti vantaggi se si vuole evitare a tutti i costi l’occupazione:

Deterrente: il solo fatto di avvisare che la casa è videosorvegliata riduce le possibilità che vogliano occupare la tua abitazione. Cercheranno di entrare in altri con meno misure di sicurezza.

Evita danni e furti: se l’allarme inizia a suonare quando entri in casa metterà in allerta gli intrusi che non si divertiranno rompendo altro. Molto probabilmente scapperanno e non verranno lasciati a vandalizzare le tue cose per trovare oggetti di valore.
Rivolgiti alla polizia o alla guardia civile telefonando o tramite l’APP AlertCops
La cosa è risolta al momento: la polizia si presenterà direttamente a casa nel momento in cui verrà commesso il delitto.

A volte gli occupanti affermano di essere lì da 2 giorni o più, il che è considerato un’occupazione e non un’effrazione o una rapina. 
Con i video e le foto in tuo possesso potrai smontare questa tesi.

Okupas, come evitare l’occupazione, come intervenire – Quale allarme scegliere?

Se stai cercando protezione per la tua casa e la tua famiglia il tuo sistema di allarme dovrebbe avere:

  • Sistema antisabotaggio e anti inibizione.
  • Monitoraggio in tempo reale.
  • Archiviazione di immagini e video sul tuo cellulare o nel cloud.
  • Disponibilità cronologia degli eventi e salti di allarme.
  • Considerare la presenza di animali in casa, in questo caso è necessario utilizzare sensori con rilevamento calibrato
  • Sensori che scattino le foto dell’intrusione
  • Gestione dall’App sul vostro cellulare e/o quello dei componenti della famiglia

Le possibilità:

Affidarsi a chi gestisce gli allarmi con canone mensile

Vantaggi:
si occuperanno loro di chiamare le forze dell’ordine e fornire le foto / video dell’effrazione
Nessun investimento iniziale

Svantaggi:
I kit in offerta sono preconfigurati, se hai esigenze diverse si esce dall’offerta ed i costi lievitano
Sei debitore a vita ma mai proprietario dell’impianto di allarme 
Sarai tu a dover allertare le forze dell’ordine (ma hai 48 ore per farlo)

Comperare il proprio impianto di allarme 

Vantaggi: 
sei proprietario a vita dell’impianto
puoi fare aggiunte di componenti nel tempo acquistando ed associando il nuovo componente

Svantaggi:

Sarai tu a dover allertare le forze dell’ordine quanto il tuo cellulare e/o quello dei ti tuoi familiari segnala un’intrusione (ma hai 48 ore per farlo)
Investimento iniziale
come deve essere il tuo impianto per essere sicuro?