tessera_sanitariaassistenza sanitaria e farmaci a Tenerife

Dal sito UE http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=859

Residenti all’estero

  • Tutti hanno diritto a ricevere le prestazioni di malattia in natura, ad esempio assistenza sanitaria e farmaci, nel proprio paese di residenza, a prescindere da dove sono assicurati. I cittadini stranieri hanno diritto allo stesso trattamento dei cittadini del paese in questione.
  • Se si è assicurati in un paese diverso da quello di residenza, occorre iscriversi presso gli enti sanitari locali del luogo di residenza. A tal fine occorre richiedere all’ente presso il quale si è assicurati il modulo S1 da presentare all’ente competente del luogo di residenza. È il caso dei pensionati che decidono di trascorrere gli anni della pensione in un paese diverso da quello che eroga la loro pensione e in cui sono assicurati. Il modulo non serve per i soggiorni temporanei.

Dal 24 aprile 2012  è in vigore in Spagna il Real Decreto 16/2012 (misure urgenti per garantire la sostenibilità del Sistema Nazionale di Salute e migliorare qualità e sicurezza delle sue prestazioni), che modifica alcuni requisiti necessari a stabilirsi in Spagna per più di tre mesi, prendere regolare residenza ed accedere al sistema sanitario spagnolo.

Il Real Decreto applica per intero la Direttiva europea n. 38/2004, uniformando la Spagna al resto d’Europa.

Per risiedere in Spagna sarà dunque necessario dimostrare di:

  1. essere lavoratori autonomi o dipendenti;
  2. disporre di risorse sufficienti per non essere di peso per il sistema sanitario spagnolo ovvero disporre di un’assicurazione medica contro tutti i rischi legati alla salute;
  3. essere studenti iscritti in un centro pubblico o privato (vale anche la formazione professionale), dotati di un’assicurazione sanitaria ed in possesso di una dichiarazione dell’autorità sanitaria del paese di provenienza secondo la quale siamo dotati di risorse sufficienti per curarsi senza gravare sul sistema sanitario spagnolo;
  4. essere familiari di un cittadino che risponda ad uno dei tre requisiti di cui sopra.

Ai fini del punto 2, non è necessario avere un’assicurazione sanitaria privata: è infatti sufficiente dimostrare di essere iscritti nel sistema di Assistenza Sanitaria dello Stato di provenienza (attraverso l’esibizione della Tessera Sanitaria Europea) e di aver compilato i moduli E101, E106, E121 o E 126, che trasferiscono da uno Stato all’altro il diritto all’assistenza sanitaria acquisito nel Paese di origine.

In particolare, ricordiamo che maggiori informazioni sui modelli sopraindicati sono reperibili alla pagina web: www.salute.gov.it, dove nella sezione Assistenza Sanitaria vi è una scheda sulla Spagna.

Ricordiamo anche che: – il modulo E101 è riservato ai lavoratori subordinati – il modulo E106 è riservato a diplomatici, dipendenti della Pubblica Amministrazione, studenti e disoccupati in cerca di una occupazione – il modulo E121 è riservato ai pensionati – il modulo E126 è riservato a chi viene in Spagna per turismo.

Per eventuali casi anomali, tanto nel rilascio del NIE, quanto nell’accesso alla Sanità spagnola, inviare una segnalazione all’Ambasciata d’Italia a Madrid, perchè possa inoltrarli alle competenti Autorità spagnole.

(Fonte: Ambasciata d’Italia a Madrid)


Ho scoperto da vari forum e testimonianze dirette che in ogni caso molti Italiani fanno comunque un’assicurazione privata , queste polizze sono abbastanza economiche (il prezzo varia a seconde delle coperture e dell’età) da 9 € a 100 € / mese e offrono la possibilità di accedere alle strutture private per analisi, visite specialistiche e anche odontoiatria, offrono copertura anche fuori dal territorio spagnolo , è un argomento da verificare in loco valutando le varie offerte …


E la copertura in Italia ?

Al cittadino che trasferisce il “centro di interessi” (residenza – lavoro) verrà sospesa l’assistenza sanitaria medica in Italia.
Potrà – se iscritto AIRE – usufruire di prestazioni ospedaliere urgenti in Italia, purché privo di copertura assicurativa in Spagna, per un periodo di 90 giorni usufruibili nell’arco dell’anno.


la Seguridad Social: come richiedere l’affiliazione, fondamentale per poter lavorare, per le prestazioni pensionistiche e la disoccupazione, per richiedere un medico di famiglia…

tarjeta_cast

In Spagna, la Seguridad Social è il principale sistema di protezione sociale dello stato, che si occupa di un’ampia gamma di tematiche: salute, povertà, disoccupazione, ecc. Ottenere tramite la Afiliación un numero di Seguridad Social è un passo fondamentale per poter essere assunti come lavoratori in regola, per poter riscuotere il paro (sussidio di disoccupazione), la pensione, affinché ci venga assegnato un medico di famiglia, e in genere per tutto ciò che è legato alla copertura sanitaria e contributiva.

Chiunque venga a lavorare in Spagna, sia come dipendente che come libero professionista o gestendo un’attività in proprio, dovrà obbligatoriamente avere un numero di Seguridad Social. L’affiliazione è altresì obbligatoria anche per tutti i soggetti che stanno ricevendo una pensione, la disoccupazione, retribuzione in caso di malattia, ecc.

Il costo mensile è di 262,72 euro.

Nei primi diciotto mesi sono concesse delle agevolazioni per le nuove attività:

• per i primi sei mesi è concessa una riduzione dell’80%;
• per i secondi sei del 50%;
• per gli ultimi sei mesi del 30%.

La riduzione del 30% è prorogata per altri dodici mesi per i minori di trent’anni.

Quali documenti servono per chiedere il numero di Seguridad Social?

Per l’affiliazione alla Seguridad Social e ottenere così un numero è necessario presentarsi presso l’Oficina de Seguridad Social della propria città con una fotocopia del NIE, una fotocopia di un documento di identità valido (passaporto o carta di identità vanno benissimo) e una copia del certificato di empadronamiento. Quando sarà il nostro turno dovremo compilare il modello TA.1 (appunto “solicitud de Afiliación/Número de la Seguridad Social”) e immediatamente ci verrà consegnato un foglio con il nostro numero di Seguridad Social, con il quale potremmo finalmente lanciarci alla ricerca di un lavoro.


come ampliare la copertura sanitaria all’intera famglia

Per i genitori che lavorano (autonomi/dipendenti) con iscrizione alla Segurida Social, Silvia Colombini ci segnala come ampliare la copertura sanitaria all’intera famglia: “Oggi missione Granadilla per l’assistenza sanitaria della famiglia, previo appuntamento. Documenti richiesti: carta di identita’ o passaporto, NIE originale, estratto dell’atto di nascita dei bambini ed estratto dell’atto di matrimonio “entrambi rigorosamente in formato europeo”. Stop. NON accettano documenti alternativi tipo stato di famiglia con traduzione giurata. Poi si va al centro de salud competente per la tarjeta sanitaria e li’ chiedono ANCHE il volante di Empadronamiento. Fatto tutto oggi. Non si ammettono repliche.” Con tutta la documentazione richiesta si può accedere alla sanità pubblica canaria, chiamando lo 012 si fissano le visite ed è tutto gratis…


La Sanità pubblica

Gli impiegati stranieri che lavorano per una compagnia spagnola e i liberi professionisti stranieri in Spagna devono contribuire economicamente all’Assistenza Sociale spagnola (Seguridad Social española). Queste contribuzioni daranno il diritto, sia a te che alla tua famiglia, ad un’assistenza sanitaria gratuita o sovvenzionata a pari merito di un qualunque cittadino spagnolo. Tuttavia, secondo la legge spagnola tutto il mondo ha diritto all’assistenza sanitaria gratuita indipendentemente da quello che attesta la Previdenza Sociale.

Per richiedere la scheda sanitaria dovrai recarti al Centro de Salud piú vicino e presentare il tuo documento residenziale e quello della Previdenza Sociale, se lo possiedi. Riceverai la cartella sanitaria per posta nelle settimane successive.

Se sei cittadino dell’Unione Europea, hai automaticamente diritto all’assistenza sanitaria gratuita in Spagna grazie agli accordi bilaterali che esistono tra i Paesi dell’Unione. Dal Giugno del 2004, riceverai una documento d’assicurazione sanitaria (Tessera Sanitaria Europea) che semplifica la procedura quando usufruisci dell’assitenza medica durante la permanenza in uno stato membro dell’Unione Europea. L’assicurazione medica europea sostituisce i moduli E111 e E111B, E110, E128 e E119.

La Sanità privata

Riguardo l’assistenza privata, chiunque puó richiederla. Le compagnie spesso non offrono l’assicurazione medica e dentale con notevoli sconti. I prezzi variano abbastanza a seconda dell’etá e del sesso del paziente, tuttavia non sono particolarmente costosi. Per farti un’idea, il costo medio per un uomo di 30 anni si aggira sui 40€ al mese, mentre per una donna il prezzo é un po’ più alto, circa €50 mensili.

 

Share Button

Lascia un commento