Running businessman.La crisi è presente anche a Tenerife , il lavoro al di fuori del settore turistico scarseggia e gli operatori locali si sono spostati per motivi comprensibili nel settore turistico, questo fa si che trovare lavoro non è facile
I settori extra turismo sono in crisi e se non avete capacità, preparazione e specializzazione è improbabile lavorare
I settori turistici sono saturi, vengono prevalentemente assunti operatori locali (salvo abbiate particolari specializzazioni) , è importante la conoscenza delle lingue , Spagnolo obbligatorio , importanti Inglese, Russo.

Alcune proposte di lavoro sono disponibili qui:
http://newstenerife.com/Ofertas-de-Trabajo-Tenerife-Canarias/

http://empleo.ashotel.es/

 

Per chi invece fosse interessato ad aprire un’attività in proprio:

LavoroEssendo Tenerife in territorio Spagnolo, è a tutti gli effetti parte dell’Unione Europea, come  “Regione Ultraperiferica” ha da sempre beneficiato di un regime fiscale ridotto rispetto a quello in vigore in Spagna e in moltissimi altri Stati Europei. Tenerife NON è un Paradiso Fiscale e NON è inserite nella famigerata “Black List” utilizzata da parte di tutte le Autorità e Funzioni competenti in materia di fiscalità.

Sono previste deduzioni fiscali per le piccole realtà imprenditoriali che potranno reinvestire una percentuale considerevole di quanto si dovrebbe versare in Italia all’Agenzia delle Entrate fino ad una tassazione pari al 4%, (realizzando Progetti Imprenditoriali che rispondono a particolari condizioni e requisiti ZEC ) sono le migliori condizioni a livello Europeo che si possono realizzare.

Tenerife è un luogo ideale per gli investitori e gli imprenditori alla ricerca di buone opportunità ma che nel contempo possono operare in una località dell’Unione Europea .

In virtù dello speciale Statuto di Regione Autonoma Spagnola, a Tenerife l’aliquota media prevede un risparmio fiscale di circa il 23% , l’IGIC (la nostra IVA), è pari al 7 % medio (sotto le specifiche) , Tenerife  gode di un Regime Economico e Fiscale ( REF ) che contiene una serie di incentivi e deduzioni fiscali relativi alla creazione e sviluppo delle attività  imprenditoriali, contemplati nella normativa spagnola ed autorizzati dalle istituzioni della UE :

  • Esenzione della tassa sui Trasferimenti Patrimoniali e Atti Giuridici Documentati per le Società di nuova costituzione domiciliate alle Caanrie si ampliano, modernizzano o delocalizzano.
  • Esenzione, in specifici casi, dell’ IGIC per l’acquisto di beni d’investimento.
  • Riduzione sulla base imponibile dell’ Imposta sulle Societá fino al 90% degli utili non distribuiti destinati all’ acquisto di beni immobili nuovi o usati in Canaria ( riserva per gli investimenti ).
  • Sconto del 50% sulla quota dell’ Imposta sulle Societá e sull’ IRPEG derivata dalla vendita di generi prodotti nell’ Arcipelago Canario, specifico per le attivitá agricole, industriali, gli allevamenti e la pesca
  • Sconti sull’ Imposta sulle Societá e sull’ IRPEG per investimenti effettuati in Canaria.
  • L’imposta indiretta IGIC é similare all’ IVA, ma abitualmente ha un’aliquota del 7% per beni e servizi “ordinari” ed arrivare ad un massimo del 13,5 % per beni e servizi “non primari” (acquisto o noleggio auto, acquisti beni preziosi ecc. ecc.) o di lusso; in alcune particolare applicazioni si riduce a ZERO (acquisto nuove tecnologie, informatica , ecc. ecc.)

 ZEC introduce ulteriori agevolazioni, imposizione fiscale a regime ridotto (4%)

 Un elemento negativo o comunque da considerare è lo Sdoganamento sulle spedizioni di importazione   

 

Share Button

Lascia un commento