TargheImmatricolazione in Spagna di vetture con targa italiana

Ai cittadini italiani che desiderano immatricolare in Spagna una vettura con targa italiana le Autorità locali richiedono un certificato di residenza in Italia per un periodo minimo di 12 mesi consecutivi, oppure dalla prima residenza fino alla data del trasferimento all’estero.

Tale certificato, che serve per evitare il pagamento fiscale dell’importazione della vettura, deve essere legalizzato in Italia e munito di traduzione ufficiale allo spagnolo, a cura degli interessati, che lo devono richiedere direttamente al proprio Comune di ultima residenza in Italia.

Per il resto ho capito che bisogna rivolgersi e pagare un’agenzia altrimenti questa è la procedura

I documenti che serviranno:

  • Fotocopia della Carta di Circolazione
  • Fotocopia patente
  • certificato di residenza in Italia
  • Fotocopia del NIE del titolare
  • Fotocopia Alta en el Padrón Municipal con indicato la data e il luogo di provenienza
  • Copia del biglietto con cui si è arrivati con la macchina
  • Firma del documento dove si dichiara che non si venderá il mezzo (esenzione IGIC)
  • Carta di circolazione originale (che si terranno) e ne faranno una copia timbrata
  • Carta di circolazione tradotta
  • Patente
  • Certificado de inscripción AIRE (da chiedere quando ci si registra al consolato)

la procedura si conclude con certificato di radiazione dell’auto dall’albo della motorizzazione italiana altrimenti continuerete a dover pagare il bollo in Italia


Link Utlili: Il valore dei veicoli viene dato da speciali tavole di valore redatte dalla locale Tax Authority

Autovetture: https://sede.gobcan.es/tributos/jsf/publico/consulta/ttpp/valoracion/vehiculos.jsp

Motocicli: https://sede.gobcan.es/tributos/jsf/publico/consulta/ttpp/valoracion/motocicletas.jsp


 Radiazione di autoveicoli con targa italiana

I cittadini italiani regolarmente iscritti nell’AIRE ed i cittadini stranieri che sono stati residenti in Italia possono presentare la richiesta di radiazione dal P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico) delle autovetture esportate definitivamente all’estero, tramite le Rappresentanze diplomatico/consolari.

Si fa presente che le spese postali per l’invio in Italia della documentazione necessaria alla procedura di radiazione dei veicoli sono a carico dei richiedenti.

Modalità di restituzione delle targhe italiane

Il titolare/proprietario della vettura e delle targhe dovrà presentare all’Ufficio Consolare o inviare per posta:

  • modulo di richiesta compilato
  • una busta imbottita di grandezza foglio A4 (peso spedizione gr. 500) con Euro 6,10 di francobolli già applicati
  • la carta di circolazione italiana in originale (o copia autenticata)
  • il certificato di proprietà o foglio complementare in originale (*1)
  • le targhe della vettura (*2)
  • la copia del pagamento effettuato all’A.C.I. (vedi sotto)
  • fotocopia della carta di circolazione spagnola o dichiarazione di definitiva esportazione (vedi modulo nella sezione “Modulistica” in fondo a questa pagina)
  • fotocopia di un documento d’identità + una fotocopia di tutta la documentazione presentata

(*1) In caso di presentazione del certificato di proprietà, si ricorda che lo stesso deve essere firmato sul retro dal titolare, pena la non accettazione della richiesta da parte della Motorizzazione Civile

(*2) Per questioni di rispetto e tutela della salute degli impiegati della pubblica amministrazione, i quali si trovano a dover manipoolare le targhe da restituire alle competenti Autorità italiane, le targhe stesse verranno accettate solo se consegnate nelle seguenti condizioni:

1) ripulite da ogni traccia di sporco, fango, insetti, ecc.;
2) prive dei porta targa (siano essi in plastica o metallo);
3) prive di viti, bulloni, spigoli taglienti o altro che possa ferire

Se ritirati dallo Stato spagnolo che ha provveduto alla immatricolazione, le targhe ed i documenti potranno essere sostituiti dall’attestazione del ritiro, munita di traduzione ufficiale in italiano, a cura degli interessati.

In caso di smarrimento, targhe e documenti potranno essere sostituiti dalla denuncia sporta agli organi di Polizia locale (se necessario con traduzione ufficiale in italiano, a cura degli interessati).

Pagamento degli importi previsti

Il pagamento deve essere effettuato a favore dell’A.C.I. – Automobile Club d’Italia, esclusivamente a mezzo bonifico bancario sul conto corrente di seguito indicato:

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO ROMA – SERVIZIO TESORERIA
Filiale BNL 11 – Via Marsala n. 6 – 00185 Roma
Beneficiario: A.C.I. – AUTOMOBILE CLUB D’ITALIA
Conto Corrente numero: 200044
Codice ABI: 01005 – Codice CAB: 03211 – CIN: W – Conto 200044
Codice SWIFT: BNLIITRRXXX
Codice IBAN: IT03W0100503211000000200044

Nella causale del versamento è necessario indicare specificamente:
“Cittadini italiani all’estero/Conto incassi radiazioni dall’estero/Veicolo targato ………… (inserire nella causale il numero della targa)

Gli importi da versare all’A.C.I. sono i seguenti:
•Euro 56,30 (*) per le radiazioni richieste con il certificato di proprietà
•Euro 72,30 (*) per le radiazioni richieste senza certificato di proprietà per il quale è necessario compilare anche il modello NP3B

Il certificato dell’avvenuta radiazione verrà inviato dagli Uiffici Provinciali dell’A.C.I. direttamente all’indirizzo estero del titolare della targa.

(*) AVVERTENZA IMPORTANTE: GLI IMPORTI DESCRITTI SONO SOGGETTI A VARIAZIONI IMPREVISTE, E NON DEVONO ESSERE VERSATI SUL CONTO CORRENTE DELL’AMBASCIATA, CHE CURA UNICAMENTE L’INVIO DELLE TARGHE E DELLA DOCUMENTAZIONE IN ITALIA.

L’obbligo del pagamento della tassa automobilistica si interrompe solo a partire dal periodo impositivo successivo all’avvenuta annotazione al P.R.A. della radiazione del veicolo.

Modulistica

· [Richiesta radiazione autovetture con targa italiana] – PDF
· modulo che serve per chiedere la radiazione di targhe italiane dal P.R.A. (Pubblico Registro Automibiistico), tramite l’ACI (Automobile Club Italiano)

· [Dichiarazione di esportazione definitiva] – PDF
· modulo che serve per dichiarare l’esportazione definitiva di un veicolo con targa italiana, da utilizzare se non si dispone ancora della nuova carta di circolazione spagnola


Fonte: http://www.consmadrid.esteri.it/Consolato_Madrid/Menu/La_Comunicazione/Domande_frequenti/Patenti.htm#auto-radiazioni

 

Share Button

Lascia un commento